Claas Nexos 240 F

Partorita dalla ormai consolidata collaborazione con Carraro Agritalia, l’ultima generazione dei Nexos è offerta nelle versioni VE, VL ed F, che si differenziano sostanzialmente in larghezza minima (rispettivamente 1.000, 1,260 e 1.450 millimetri), per un totale di 14 modelli tra i 75 e i 112 cavalli di potenza massima.

Claas Nexos 240 F, tutto sotto al cofano

Comune denominatore, che poi ha portato anche al rinnovamento della gamma, è il propulsore allineato allo Stage IIIB (Tier 4 interim) sulle emissioni inquinanti, in questo caso il 4 cilindri Fpt da 3,4 litri. Come per tutti i trattori specializzati tale passaggio è stato tutt’altro che indolore poiché ha imposto a corredo dei propulsori una serie di orpelli che per forza di cose ingombrano, limitando uno dei principali plus di queste macchine ovvero la compattezza.

Claas Nexos 240 F

Nello specifico stiamo parlando dei filtri Doc e Dpf che Claas, come d’altronde anche altri costruttori, ha deciso di piazzare nel vano motore, anzichè all’esterno. La sagoma dei cofani è dunque cresciuta, soprattutto in altezza, rispetto alle versioni precedenti, ma senza inficiare sulla manovrabilità grazie alla conformazione a ‘vita di vespa’ dei fianchetti che consente un ampio angolo di sterzo anche con pneumatici larghi.

Claas Nexos 240 F, qualità italiana

Migliorie sono state poi apportate a livello di idraulica e comfort, confermando i Nexos nella fascia premium dei trattori da filari. Il modello scelto per questa prima presa di contatto coi nuovi Nexos è il 240 F per vigneto largo e frutteto da 103 cavalli di potenza massima, una larghezza operativa minima di 1.450 millimetri, un passo di 2.124 millimetri (contro i 2.148 delle versioni VE e VL) e la possibilità di montare pneumatici posteriori da 24 o 28 pollici (Mitas 420/70 R28 nel nostro caso).

Claas Nexos 240 F

[fusion_builder_container hundred_percent=”yes” overflow=”visible”][fusion_builder_row][fusion_builder_column type=”1_1″ background_position=”left top” background_color=”” border_size=”” border_color=”” border_style=”solid” spacing=”yes” background_image=”” background_repeat=”no-repeat” padding=”” margin_top=”0px” margin_bottom=”0px” class=”” id=”” animation_type=”” animation_speed=”0.3″ animation_direction=”left” hide_on_mobile=”no” center_content=”no” min_height=”none”][fusion_tagline_box backgroundcolor=”” shadow=”no” shadowopacity=”0.1″ border=”1px” bordercolor=”” highlightposition=”top” content_alignment=”left” link=”http://www.vadoetorno.com/abbonamenti.aspx?lang=it” linktarget=”_blank” modal=”” button_size=”xlarge” button_shape=”square” button_type=”flat” buttoncolor=”” button=”ABBONATI SUBITO” title=”Scopri di più” description=”Leggi la prova completa sulla rivista Trattori ” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=”0.1″ class=”” id=””][/fusion_tagline_box][/fusion_builder_column][/fusion_builder_row][/fusion_builder_container]

In primo piano

Articoli correlati

Kubota M6-142, mettilo dove vuoi. La prova in campo

Per caratteristiche e dimensioni il nuovo utility di Kubota si inserisce nella fascia premium ma il prezzo resta accessibile. Tutto ruota attorno al ‘motorone’ da 6,1 litri inedito per i competitor di pari categoria

Valtra N 175 Direct, doppia personalità. La prova in campo

Un 4 cilindri che fa il lavoro di un 6 ma è più agile e versatile. Il Valtra N 175 Direct ha un’infinità di configurazioni possibili e la potenza necessaria per cimentarsi in qualsiasi applicazione. La quinta generazione aggiunge comfort e tecnologia