Deutz CashBach

Merlo: le novità per le gamme Multifarmer e Turbofarmer

Merlo Sima 2017

La Casa piemontese, che ha chiuso il 2016 con una crescita del fatturato pari al 7,4 per cento rispetto al 2015, si è presentata al Sima di Parigi in pompa magna. D’altronde, con una quota del 23,5 per cento del turnover complessivo del Gruppo, la Francia rimane il primo mercato di esportazione per Merlo.

Quattro nuovi modelli nella gamma Multifarmer

Al Salone di Parigi sono stati presentati in anteprima i modelli Multifarmer 34.7, 34.9, 44.7 e 44.9, disponibili nella versione standard e nella versione CS, con cabina sospesa. Con i primi due la famiglia si arricchisce di soluzioni adatte ad aziende e allevamenti di piccole dimensioni, con capacità sollevamento di 34 quintali e 115 cavalli di potenza. I modelli 44.7 e 44.9 sostituiranno invece il 40.7 e il 40.9, con una capacità di sollevamento di 44 quintali.

Anche questi Multifarmer beneficeranno del concetto modulare. Il telaio è concepito per accogliere contemporaneamente l’attacco posteriore a 3 punti, la presa di forza e il sistema di livellamento del telaio. I nuovi motori Tier 4 Final sono alloggiati in posizione leggermente inclinata riducendo l’angolo dell’albero di trasmissione della presa di forza.

L’evoluzione della famiglia Turbofarmer

La gamma Turbofarmer II passa da 3 a 2 modelli con l’eliminazione del 38.7. La nuova serie adotta il Deutz TCD 3,6 litri Tier 4 Final tarato con una potenza di 136 cavalli, 16 in più rispetto la precedente generazione.

Anche le versioni Compact sono coinvolte dall’upgrade motoristico; esse montano la nuova unità da 2,9 litri e 75 cavalli. Per adeguarsi alle esigenze di ogni cliente, Merlo proporrà anche per la cabina dei Turbofarmer le due opzioni standard e premium.

Merlo Sima 2017

2018-12-04T12:59:33+01:0029 Marzo 2017|Categorie: MACCHINE|Tag: , , , , , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio