New Holland Agriculture compie ulteriori passi avanti nella sua strategia di Clean Energy Leader, consolidando la propria leadership nei combustibili alternativi e ampliando il suo raggio d’azione con soluzioni innovative nel settore dei trattori speciali. Da una parte le novità legate al trattore a metano T6 Methane Power, alle fasi finali di collaudo e al centro di partnership pionieristiche, dall’altra nuove collaborazioni per esplorare soluzioni innovative nel settore delle macchine speciali.

New Holland

“Da almeno 14 anni siamo in prima linea nelle soluzioni innovative all’insegna della sostenibilità. Abbiamo sviluppato il modello di Energy-Independent Farm, dimostrando come un ciclo virtuoso tra produzione agricola e produzione energetica sia in grado di rendere l’agricoltura “carbon neutral” o addirittura “carbon negative”, vale a dire con un saldo delle emissioni di CO2 pari a zero o inferiore, offrendo significativi benefici per i nostri clienti. Quest’anno compiremo un ulteriore passo avanti nel far sì che questo diventi realtà con l’ingresso del nostro trattore alimentato a metano nella gamma di New Holland”, ha esordito Carlo Lambro, Brand President di New Holland, ha dichiarato:

Il trattore a metano entrerà nella gamma di New Holland nel 2021

La prima unità in produzione del trattore a metano T6 Methane Power, una pietra miliare del progetto della Energy-Independent Farm di New Holland, è stata presentata alla fiera Agritechnica del 2019 ed ora punta a diventare pienamente disponibile in commercio nel 2021. Ultimate le fasi finali delle prove sul campo, entro la prima metà dell’anno le unità prodotte saranno consegnate a clienti selezionati in Germania, Francia, Italia, Regno Unito e Benelux, tutti mercati chiave per il trattore T6 dove la produzione di biogas è già in uno stadio avanzato.

Il trattore alimentato a metano verrà inserito nella gamma New Holland entro la fine dell’anno e sarà disponibile per tutti i clienti in Europa e di altri mercati in tutto il mondo. Questo consoliderà ulteriormente l’indiscusso vantaggio competitivo di New Holland nei motori a energie alternative.

New Holland

Clean Energy Leader, la sostenibilità come faro

La strategia Clean Energy Leader amplia il raggio d’azione con nuove partnership La strategia Clean Energy Leader continua ad ampliare il suo raggio d’azione per esplorare nuove aree di innovazione attraverso varie partnership. La prima è con il produttore italiano di vino Barolo Fontanafredda, in un progetto che mira ad azzerare le emissioni di carbonio delle attività viticole. New Holland e FPT Industrial stanno, infatti, testando nei suoi vigneti un nuovo trattore a biometano derivato da un modello standard di TK New Holland. Il trattore monta il nuovo motore F28 di FPT Industrial, eletto Diesel of the Year 2020.

Il trattore testato nei vigneti di Fontanafredda è alimentato a biometano, con l’obiettivo di ottenere la prima produzione vinicola a zero emissioni di CO2, un importante passo verso la decarbonizzazione della filiera vitivinicola. Grazie a un’altra partnership, New Holland ha sviluppato insieme al produttore italiano di attrezzi Nobili un concept innovativo per l’elettrificazione di attrezzi per vigneti e frutteti. Combina il T4.110V di New Holland con un generatore esterno e-Source conforme alle linee guida AEF High Voltage. Per la prima volta nel settore, il generatore azionato dalla PTO del trattore è l’unica fonte di energia che alimenta l’irroratrice e-Sprayer e la trincia e-Mulcher. Questa rivoluzionaria innovazione ha ricevuto il premio Technical Innovation 2020/21 Award all’EIMA International.

In primo piano

Merlo e Pontina Trattori. Un riferimento sicuro.

Merlo e Pontina Trattori collaborano ormai da oltre 15 anni con una diffusione capillare sul territorio laziale. Un rapporto di reciproca fiducia al servizio dell’Agro Pontino, una delle zone a vocazione agricola più interessanti del nostro paese. La particolare genesi storica di questa piana ...

Articoli correlati