All’insegna della versatilità il costruttore austriaco Pottinger ha fatto il punto sulle funzionalità che i suoi mezzi agricoli possono ottenere grazie a combinazioni virtuose. Nello specifico stiamo parlando dell’unità di semina per colture TEGOSEM 500 che, per l’occasione, è stata montata su una seminatrice TERRASEM, utilizzabile anche nelle operazioni di pacciamatura. La “combo” tra i due macchinari, mediante i coltri di semina e di concimazione, consente di applicare una coltura complementare o una componente microgranulare aggiuntiva durante le operazioni sul campo.

Facilmente accessibile grazie alla piattaforma di carico poco ingombrante, montata davanti alla tramoggia della seminatrice, l’unità di semina pneumatica TEGOSEM copre un’ampia gamma di applicazioni. Infatti, oltre alle operazione sulla superficie del campo, il TEGOSEM può anche alimentare il componente aggiuntivo direttamente nel sistema di dosaggio nel processo a iniezione singola. Il concime e i microgranuli possono quindi essere depositati direttamente con il seme, promuovendo lo sviluppo ideale della coltura durante la germinazione e l’emergenza. L’obiettivo degli ingegneri austriaci è quello di andare ad aumentare il grado di copertura del terreno in modo che le perdite d’acqua siano notevolmente ridotte.

TEGOSEM-TERRASEM, il duo delle meraviglie Pottinger

Nel solco della dosatura intelligente, la distribuzione del seme sul TEGOSEM è pneumatica e può essere controllata comodamente tramite il terminale. Il dosaggio viene avviato e fermato dall’unità di dosaggio centrale del TERRASEM. Di serie si possono utilizzare due diverse ruote dosatrici: una per i semi più grossi come cereali, lupini, piselli e fagioli e l’altra per i semi fini come trifoglio e crescione.

Grazie a una gestione intelligente e versatile della seminatura nel processo a sparo singolo, i componenti aggiuntivi vengono aggiunti al flusso di semi TERRASEM dal sistema di dosaggio. Il passaggio dall’applicazione a sparo singolo a quella in superficie avviene comodamente cambiando due distributori nella linea di semina. Il processo a sparo singolo utilizza i collaudati assolcatori DUAL DISC. Ciò impedisce che il seme e il fertilizzante o il microgranulato e il componente aggiuntivo si sovrappongano, con un posizionamento ottimale del seme, che viene posizionato dietro l’imballatore di pneumatici utilizzando piastre deflettrici una distribuzione ancora migliore.

Ma, come si diceva in apertura, Pottinger ha fatto della versatilità un vanto: oltre ad essere montate sulle seminatrici per pacciamatura TERRASEM, le unità TEGOSEM possono essere utilizzate anche su erpici rotanti LION, erpici a dischi TERRADISC o coltivatori di stoppie SYNKRO. Questo evita passaggi inutili per completare il processo di semina, risparmiando risorse.

In primo piano

Articoli correlati

Agronic, pressare alla finlandese

Agronic è un costruttore finlandese specializzato in tecnologia per la raccolta, l’alimentazione e l’interramento dei liquami. L’origine nord europea ha portato allo sviluppo di tecnologie innovative. Tecnologie dove la raccolta e conservazione va al di là del foraggio. Ed è per qu...

Femac, dall’Umbria verso il mondo.

Femac si è costruita una solida reputazione nel campo delle trinciatrici e delle attrezzature agricole. Nella sede di Trestina, vicino a Città di Castello, nasce infatti una gamma completa prevalentemente idraulica. Gamma che vede soprattutto l’impiego di escavatori e track-loader utilizzati i...