Pottinger torna ancora a parlare d’alta quota: lo specialista austriaco, dopo aver presentato il ranghinatore MERGENTO F, ha svelato un nuovo attrezzo della gamma ALPIN quella che, nomen omen, è stata pensata per operare su terreni impervi, pendii ripidi, con dislivelli sostenuti. Si tratta nello specifico del carro caricatore BOSS 2000, come accennato in versione ALPIN. Una nuova gamma che si articola in tre modelli, con caratteristiche che arrivano direttamente dal fratello maggiore BOSS 3000.

Oltre al sistema di pick-up largo 1.80 m, i nuovi modelli portano in dote un pacchetto elettronico di bordo completamente rivisto, unitamente a un design rinnovato, adatto specificatamente alle operazioni su alpeggi e declivi, che rende, nel complesso, il mezzo ancora più leggero. Dunque, i tre nuovi modelli sono il BOSS 2140 ALPIN, il BOSS 2160 ALPIN e il BOSS 2190 ALPIN, rispettivamente con volumi di carico di 13,50 m², 16,10 m² e 18,70 m².

Pottinger BOSS ALPIN, quando lavorare in montagna diventa un piacere

Caratterizzati da un profilo basso, i modelli BOSS 2000 ALPIN presentano una carreggiata di 2,09 m, e sono dotati di pneumatici sono più larghi della carrozzeria per garantire la massima stabilità. Oltre al profilo AS, è possibile montare pneumatici larghi fino a 520 mm, mentre i parafanghi, inclinati in modo da impedire l’accumulo di sporcizia, possono essere installati come optional.

Il sistema di pick-up, che come accennato ha una larghezza effettiva di 1800 mm, porta in dote alcuni accorgimenti strutturali che ne hanno migliorato la libertà di movimento. Anche l’assetto sul terreno può essere ottimizzato con il timone attivo a sollevamento parallelo AUTOTAST. I cinque portadenti, guidati da una guida a camme, sono azionati da una cinghia trapezoidale che non richiede manutenzione. Il rullo andanatore e le piastre di trasferimento flessibili sono di serie e assicurano un flusso perfetto di foraggio con qualsiasi tipo di raccolto.

Potrebbe interessarti

Ci sono anche le unità di carico SUPERMATIC

La massima conservazione del foraggio e il basso fabbisogno energetico sono le caratteristiche principali dell’unità di trasporto a denti SUPERMATIC. Il BOSS 2000 ALPIN è dotato di serie di un sistema di trinciatura a 6 coltelli. È possibile installare un massimo di 16 coltelli. Ogni coltello è dotato di un sistema di protezione individuale, mentre a fine campo l’unità di carico e il pick-up si spengono automaticamente. Ciò significa che il carro caricatore può essere guidato sulle andane senza disturbarle, mentre la piena potenza del trattore è disponibile per l’inversione di marcia.

Configurato appositamente per i trattori di piccole dimensioni
La nuova gamma di caricatori BOSS può essere utilizzata in combinazione anche con mezzi agricoli di soli 40 cavalli e una velocità della presa di forza di 540 giri/min. Per azionare il carro caricatore sono sufficienti un telecomando a doppio effetto e uno a singolo effetto con centro aperto. Ciò significa che può essere utilizzato con trattori più vecchi e/o più piccoli. Il timone può essere agganciato al trattore tramite una cinghia a martello, i leveraggi inferiori o un attacco a sfera K80 basso.

Tanta la tecnologia dell’attrezzo

Il sistema standard fornito con il BOSS 2000 ALPIN comprende un terminale BASIC CONTROL. Questo consente all’operatore di preselezionare le funzioni del pick-up e della sponda posteriore in modo che possano essere eseguite tramite un cursore sul trattore. Un LED indica se la sponda posteriore è aperta o chiusa. Il timone idraulico opzionale a sollevamento parallelo può essere azionato tramite un ulteriore distributore.

I terminali di controllo con specifiche più elevate offrono al BOSS 2000 ALPIN la funzionalità ISOBUS. Le funzioni opzionali come il timone a sollevamento parallelo e l’estensione idraulica del foraggio secco sono integrate nel sistema di controllo. Con la versione top, il carro caricatore può essere azionato anche con un circuito idraulico power beyond o load-sensing. In questo caso, tutte le funzioni possono essere eseguite direttamente dal terminale di controllo.

In primo piano

Kubota M6-142, mettilo dove vuoi. La prova in campo

Per caratteristiche e dimensioni il nuovo utility di Kubota si inserisce nella fascia premium ma il prezzo resta accessibile. Tutto ruota attorno al ‘motorone’ da 6,1 litri inedito per i competitor di pari categoria

Articoli correlati