L’avevamo già intravista a Verona durante l’ultima edizione di Fieragricola, lo scorso gennaio. E ora è realtà: stiamo parlando della nuova trincia reversibile TF di Sicma, pensata per trattori con potenze comprese tra 60 e 130 cv, con larghezze di lavoro tra 1.600 e 2.300 mm. Sviluppata dall’azienda di Miglianico (nel chietino) per l’utenza professionale, la nuova trinciatrice TF può essere installata sia nella parte posteriore che nella parte anteriore del trattore.

Un attrezzo caratterizzato da estrema versatilità, resa possibile grazie al moltiplicatore sovradimensionato – di fabbricazione BRM Gearboxes (azienda in forze presso Aurora Group, lo stesso di Sicma) – con doppia presa di forza e una ruota libera incorporata (la doppia è optional), dotato di castelletto rinforzato per attacco anteriore e posteriore che garantisce elevata affidabilità anche per utilizzi prolungati.

Le prese di forza (PTO) possono ruotare a due regimi: 540 rpm e 1.000 rpm, per una velocità di rotazione dell’alberone rispettivamente pari a 2.050 e 2.120 rpm; alberone che riporta la disposizione elicoidale degli utensili ed è equilibrato elettronicamente direttamente sulla linea di produzione, riduce le vibrazioni e migliora la finitura del materiale trinciato. I supporti e i cuscinetti robusti e affidabili garantiscono lunga durata nel tempo.

Ulteriori caratteristiche della trinciatrice TF sono la funzione di spostamento laterale idraulico, la scocca scatolata provvista di file multiple di contro-battitori per migliorare lo sminuzzamento di sarmenti, stocchi e residui di potatura. La scocca, inoltre, è dotata di estremità smussate per migliorare l’avanzamento della trinciatrice. L’attacco a tre punti superiore asolato, per il collegamento anteriore al trattore, consente un perfetto adattamento al terreno; quattro cinghie trapezoidali, infine, garantiscono un’efficiente trasmissione della potenza anche per usi prolungati. Il tenditore manuale, infine, consente una perfetta regolazione della tensione delle cinghie del tipo a prestazioni elevate.

I trinciatutto Sicma riducono o eliminano l’uso di diserbanti, agendo meccanicamente sull’erba e sugli arbusti indesiderati. Velocizzano il lavoro e contengono i costi, mantenendo il terreno con un metodo eco-compatibile. Il materiale vegetale triturato si decompone rapidamente, contribuendo al ripristino del terreno e riducendo la necessità di fertilizzanti. Le trinciatrici Sicma offrono risultati ottimali in tutte le applicazioni, su terreni poco lavorati o su quelli soggetti a manutenzione intensiva, come campi sportivi o parchi.

In primo piano

Nobili, ventata di novità a Enovitis 2024

Diserbatrici, trince pacciamatrici e irroratrici: Nobili cala il tris di novità in occasione di Enovitis, la fiera itinerante dedicata ai macchinari per il vigneto. Focus su OTF PLUS della gamma VENTIS

Articoli correlati

Nobili, ventata di novità a Enovitis 2024

Diserbatrici, trince pacciamatrici e irroratrici: Nobili cala il tris di novità in occasione di Enovitis, la fiera itinerante dedicata ai macchinari per il vigneto. Focus su OTF PLUS della gamma VENTIS