Stava scaricando il trattorino tagliaerba con cui, da una vita, effettuava lavorazioni di giardinaggio in Lombardia quando, all’improvviso, per cause ancora non chiarite, è stato travolto dal mezzo, che non gli ha lasciato scampo. A perdere la vita nell’incidente che ha avuto luogo a Tavazzano con Villavesco è stato un 63enne di origine serba, da anni residente nel lodigiano.

Il tragico sinistro si è consumato nella mattinata di domenica 19 maggio, nei pressi di viale Rimembranze, uno snodo a fondo chiuso che porta al cimitero del comune lodigiano. In base alle prime ricostruzioni, parrebbe che l’uomo stesse scendendo dal cassone del camioncino con cui aveva trasportato il tagliaerba sul luogo dove poi avrebbe effettuato le lavorazioni. Mentre stava scendendo, una delle due rampe metalliche si è spostata e ha fatto cadere il mezzo.

Immediata la chiamata al 118 da parte dei testimoni: sul posto si sono precipitate un’auto infermieristica e una ambulanza della Croce rossa di Lodi. Purtroppo a nulla sono valsi i tentativi di rianimazione: per il giardiniere non c’è stato nulla da fare. Oltre alla forze dell’ordine, sul luogo del sinistro è intervenuta anche l’Ats lodigiana per chiarire l’esatta dinamica di quanto accaduto e stabilire se siano state rispettate tutte le norme di sicurezza previste per legge.

L’uomo che ha perso la vita “viveva a Ostiano da anni e tra l’altro è lo zio di un mio consigliere di maggioranza”, ha commentato il sindaco di Ostiano, il paese dove risiedeva il 63enne. “sono molto addolorato ed esprimo cordoglio a nome dell’Amministrazione. Il grande dispiacere è anche legato al fatto che ci troviamo di fronte all’ennesimo infortunio sul lavoro, per giunta di domenica”.

In primo piano

Nobili, ventata di novità a Enovitis 2024

Diserbatrici, trince pacciamatrici e irroratrici: Nobili cala il tris di novità in occasione di Enovitis, la fiera itinerante dedicata ai macchinari per il vigneto. Focus su OTF PLUS della gamma VENTIS

Articoli correlati