Same Explorer 1200x120

Un Claas Xerion al Nürburgring

La rivista tedesca Auto Motor und Sport ha testato un Claas Xerion 5000 Trac VC sul leggendario circuito tedesco del Nürburgring.

Claas Nürburgring

Lo Xerion 5000 alle prese del Nürburgring

Il Claas Xerion lanciato a 59 km/h

Lo scopo non era ovviamente battere il record sul giro. Record ottenuto nel 2018 da una Porsche 919 Hybrid Evo, che ha impiegato 5 minuti e 19 secondi per coprire i 20.832 metri della pista. Lo scopo era studiare il comportamento del bestione Claas a elevate velocità su strada. Elevate per un trattore, stiamo infatti parlando di 59 chilometri orari di punta, comunque un bell’andare per un mezzo da 17 tonnellate.

Il collaudatore Christian Menzel ha fatto registrare un tempo sul giro di 24 minuti e 57 secondi più che sufficienti per sbriciolare il precedente record di un trattore al Nürburgring, 1 ora, 5 minuti e 36 secondi, registrato nel 2014 da un trattore Porsche d’epoca, mosso da un diesel 14 cavalli. Sfida impari visto che sul Claas Xerion sotto al cofano alloggia un sei cilindri Mtu da 530 cavalli.

GURDA IL VIDEO

L’ultima generazione degli Xerion è stata lanciata quest’anno dalla Casa diHarsewinkel. I giganti in verde passano dallo Stage IV allo Stage V sulle note delle nuove motorizzazioni MTU, caratterizzate da un evoluto apparato di trattamento dei gas di scarico, collocato all’interno del telaio del trattore minimizzando l’ingombro complessivo e quindi migliorando la visibilità dal posto di guida.

La nuova gamma è composta come la precedente da tre modelli, ma con una novità: a fianco dei due modelli maggiori Xerion 4500 e Xerion 5000 le cui sigle e livelli di potenza rimangono inalterate, si registra infatti il debutto del modello Xerion 4200 in sostituzione dello Xerion 4000. Lo Xerion 4200 è equipaggiato con motore MTU OM 470 ed è accreditato di una potenza massima di 462 cavalli, 30 in più rispetto allo Xerion 4000.

Gli Xerion 4500 e Xerion 5000 montano invece il più generoso MTU OM 471 e vantano rispettivamente una potenza massima di 490 e 530 cavalli. Le nuove motorizzazione Stage V sono contraddistinte da intervalli di manutenzione di 1.000 ore, il doppio rispetto alla generazione Stage IV; l’asta per il controllo del livello dell’olio è stata sostituita da un sensore collegato al Cebis.

A livello di trasmissione, confermate le due opzioni a variazione continua idrostatica-meccanica Eccom 4.5 e Eccom 5.0. In cabina è stato rinnovata la consolle di comando con l’introduzione del joystick multifunzione CMotion e del terminale Cebis touch-screen (finora montato solo sui trattori convenzionali).

2020-09-14T09:56:34+02:002 Settembre 2020|Categorie: EVENTI|Tag: , , |

Iscriviti alla Newsletter

* campo obbligatorio