Merlo è fornitore da lungo tempo del vivaio Aumenta con modelli di varie dimensioni

Merlo è da anni fornitore di sollevatori telescopici al Vivaio Aumenta, in provincia di Latina. Un rapporto che nasce dalla fiducia fra Pontina Trattori, della storica famiglia Marchegiani, e il più grande vivaio europeo di piante ad alto fusto. Un rapporto fuori dal comune perché negli oltre 200 ettari di colture e nei 100 ettari a parco lavorano oggi sette sollevatori telescopici Merlo. Non è tanto il numero a colpire ma la dimensione. Fra queste macchine ci sono infatti anche dei modelli ad alta capacità fra cui il Panoramic 120.10 in grado di sollevare 12 tonnellate. A cosa potrà servire una macchina così grande in un vivaio? Ebbene. Stiamo parlando di un vivaio che ha dell’incredibile e che oggi non trova riscontri altrove.

I telescopici Merlo contribuiscono in modo fondamentale alla formazione del Vivaio Aumenta, uno dei più belli al mondo.

Da un’idea ben precisa.

Tutto nasce dall’idea di Antonio Aumenta, fondatore nel 1984 del vivaio che porta il suo nome. Una lunga esperienza formativa iniziata con il diploma di tecnico in agronomia presso l’Istituto Professionale per l’Agricoltura “San Benedetto” di Borgo Piave, in provincia di Latina. Qui vi giunse da Sala Consilina (SA), paese d’origine, per poi stabilirsi definitivamente nell’Agro Pontino grazie alla lunga collaborazione con Pietro Porcinai, considerato il più grande paesaggista del ‘900. Tanto da diventare giardiniere del Giardino di Ninfa, nel comune di Cisterna di Latina, per circa sette anni. Un percorso professionale che ha gettato le basi per la comprensione delle dinamiche dei grandi giardini botanici. E ha reso Antonio Aumenta un tecnico di alto livello.

Vivaio Aumenta lavora con i telescopici Merlo per la gestione logistica sia delle grandi piante che di quelle piccole.

La voglia di lasciare un segno importante

L’attività imprenditoriale di Antonio Aumenta inizia in un appezzamento lungo la via Appia, la “regina viarum” come la definivano i romani, nel comune di Pontinia (LT). Un lungo percorso che ha visto il Vivaio Aumenta diventare un punto di riferimento internazionale nel settore e che comprende oggi cinque sedi. La fortissima specializzazione nelle grandi piante mediterranee non rende l’idea dell’impegno quotidiano che la famiglia Aumenta ha riversato in questa attività. Una crescita graduale e costante basata sull’acquisto e il recupero di tutti i piccoli appezzamenti confinanti fino all’attuale estensione. Tutto questo con un obiettivo ben chiaro: essere molto più che un vivaio. Bensì un punto di riferimento paesaggistico per valorizzare sia il territorio, sia l’attività del vivaio stesso.

Vivaio Aumenta impiega i telescopici Merlo per la gestione di

Merlo e i Cinque Continenti

Il rapporto con i sollevatori telescopici Merlo è cominciato grazie alla reciproca fiducia con la famiglia Marchegiani della Pontina Trattori. Macchine che, per la loro polivalenza, si sono subito dimostrate fondamentali per la vita quotidiana del vivaio. Movimentazione delle piante, sistemazione del terreno, carico e scarico dei pallet, spostamento dei vasi, carico dei mezzi: i compiti a cui fanno fronte i telescopici verdi sono numerosi e molto diversi fra loro. Una scelta di polivalenza che ha trovato una pratica soluzione anche con le grandi piante presenti nel vivaio. Qui è in azione anche un alta capacità Panoramic 120.10 in grado di sollevare pesi fino a 12 tonnellate. Fondamentale per la formazione del Parco dei Cinque Continenti a cui stanno partecipando attivamente anche dei nuovi TF38.10.

I telescopici Merlo sono operativi da anni all'interno del Vivaio Aumenta, una realtà unica a livello mondiale.

Merlo per movimentare senza problemi

La movimentazione e il carico delle piante ad alto fusto è infatti un’operazione molto delicata che il Vivaio Aumenta affida esclusivamente alle macchine Merlo per la loro capacità di carico, precisione e compattezza in rapporto alle prestazioni. Vedere i grandi ulivi, le palme o gli arecastrum con le loro dimensioni (e pesi) decisamente importanti fa venire in mente la difficoltà di spostamento verso altri lidi. Il compito fondamentale dei sollevatori telescopici “made in Cuneo” è proprio quello di maneggiare in modo delicato queste grandi piante. In modo da non rovinarle e permettere di posizionarle altrove. Dei tuttofare che hanno permesso al Vivaio Aumenta di essere leader nel proprio settore e di preservare la qualità delle piante che, da qui, partono per i grandi giardini di tutto il mondo.

I telescopici Merlo sono stati fondamentali per la costruzione del Parco dei Cinque Continenti

Di ogni età

I telescopici Merlo che operano all’interno del Vivaio Aumenta coprono un lungo periodo del costruttore cuneese a dimostrazione della longevità e delle prestazioni di cui sono capaci. Fra i tanti modelli spicca anche un alta capacità P101.10 K, antesignano dei modelli top di gamma attuali e che ha dato origine a molti modelli di grande successo. Attualmente sono entrati in azienda dei nuovi TF38.10 che uniscono compattezza, altezza di sollevamento fino a 10 metri e capacità di sollevamento. Valori che li collocano ai vertici della categoria. Macchine in grado di affrontare gli impegnativi lavori aziendali con le grandi piante e di essere veloci e agili nelle operazioni quotidiane.

Merlo opera da lungo tempo con i suoi telescopici nel Vivaio Aumenta dove lavora anche un P101.10 K con molti anni di servizio.

In primo piano

Articoli correlati

Merlo e Pontina Trattori. Un riferimento sicuro.

Merlo e Pontina Trattori collaborano ormai da oltre 15 anni con una diffusione capillare sul territorio laziale. Un rapporto di reciproca fiducia al servizio dell’Agro Pontino, una delle zone a vocazione agricola più interessanti del nostro paese. La particolare genesi storica di questa piana ...