Merlo, con la gamma Multifarmer nata nel 2000, ha fissato nuovi punti di riferimento nei sollevatori telescopici. L’arrivo dell’attacco posteriore a tre punti e della PTO ha permesso di aumentare ulteriormente i campi di impiego. Soprattutto verso applicazioni non eccessivamente pesanti ma che permettono di ottimizzare i costi di esercizio. Parliamo soprattutto della fienagione o di lavorazioni con piccole attrezzature portate. Come ad esempio spandiconcime, spandisale, trinciatrici o argani forestali.

Il Merlo MF40.9 CS è una macchina che spazia dagli impieghi agricoli puri fino alla gestione di applicazioni con biomasse o cantieri forestali.
Il Merlo MF40.9 CS è una macchina che spazia dagli impieghi agricoli puri fino alla gestione di applicazioni con biomasse o cantieri forestali.

L’evoluzione della gamma ha portato alla nascita dei grandi modelli MF40.7 e MF40.9 sulla stessa base modulare dei TF50.8 e TF45.11. Un salto in avanti non solo da un punto di vista tecnologico ma anche dimensionale rispetto ai modelli del passato. Tanto che Merlo, nel 2019, ha introdotto due nuovi modelli più piccoli: il MF34.7 ed MF34.9. Due modelli in cui alcune funzionalità legate all’attacco posteriore a tre punti sono state semplificate. Ma il MF 40.9 rimane un unicum nel suo genere con potenzialità di alto livello.

L'impiego dei Merlo MF con attrezzature per sgombero neve è sempre più diffuso grazie alla elevata mobilità e all'attacco posteriore a tre punti.
L’impiego dei Merlo MF con attrezzature per sgombero neve è sempre più diffuso grazie alla elevata mobilità e all’attacco posteriore a tre punti.

Un vero trattore telescopico

Se l’altezza massima raggiungibile di nove metri è sicuramente un appeal di valore, il motore FPT N45 da 170 cv permette di avere 135 cv alla PTO. Un valore che consente un impiego con attrezzature impegnative, anche come centrale di potenza. Molte aziende che operano nel settore forestale, ad esempio, lo impiegano per il funzionamento di cippatrici portate ottimizzando l’impiego in diversi frangenti. L’attacco posteriore a tre punti di terza categoria permette di sollevare pesi fino a 7.000 kg.

Il settore forestale è fra i più frequenti per il Merlo MF40.9 CS sia con argani posteriori, sia con pinze da legna che sfruttano la capacità di sollevamento della macchina.
Il settore forestale è fra i più frequenti per il Merlo MF40.9 CS sia con argani posteriori, sia con pinze da legna che sfruttano la capacità di sollevamento della macchina.

La presenza dei sensori di sforzo consente un impiego del tutto simile a quello dei trattori agricoli più evoluti. La regolazione della PTO è completamente elettronica. L’omologazione come trattrice agricola secondo la Mother Regulation permette di effettuare traini fino a 32 tonnellate. Il che significa un rimorchio a quattro assi oppure un dumper a tre assi. La trasmissione continua CVTronic permette un disimpegno ottimale con traini di questo tipo grazie all’erogazione continua e proporzionale della coppia fino alla massima velocità di 40 km/h.

I Merlo MF si prestano per tantissime applicazioni in cui la cabina sospesa risulta fondamentale per il comfort e la produttività.
I Merlo MF si prestano per tantissime applicazioni in cui la cabina sospesa risulta fondamentale per il comfort e la produttività.

Merlo, Multifarmer e la Cabina Sospesa, storia di vere idee

La potenzialità dei Multifarmer va ampiamente oltre l’impiego agricolo. Alla base c’è una storia di vere idee che da sempre distingue il costruttore italiano. Idee che si sono concretizzate con macchine uniche nel loro genere. Proprio come i trattori telescopici. Nati nel 2000, hanno riscritto la storia di queste macchine e del loro impiego in agricoltura. Uno sviluppo, sostenuto dal mercato, che nel tempo ha portato continui miglioramenti fino ad arrivare agli attuali modelli.

Cabina sospesa e attacco a tre punti sono i punti determinanti della gamma Merlo MF di ogni dimensione e fascia di utilizzo.
Cabina sospesa e attacco a tre punti sono i punti determinanti della gamma Merlo MF di ogni dimensione e fascia di utilizzo.

Macchine in grado di fornire risposte concrete a diversi tipi di target con, in più, la ricerca del massimo comfort. Come la Cabina Sospesa idropneumatica, altro brevetto Merlo che, nella gamma MF, fornisce il comfort dei trattori di alto livello anche sui modelli più piccoli. Una cabina nata con i modelli della gamma CS e ora disponibile su gran parte delle macchine Merlo. Comfort, sicuramente, ma non solo. Anche un aumento di produttività grazie all’abbinamento con le sospensioni sul braccio che ammortizzano gli scossoni e permettono maggiori ritmi di lavoro.

Polivalenza, capacità di carico e mobilità in ogni situazione sono i punti di forza della gamma Merlo Multifarmer con il modello MF40.9 CS che spicca per prestazioni.
Polivalenza, capacità di carico e mobilità in ogni situazione sono i punti di forza della gamma Merlo Multifarmer con il modello MF40.9 CS che spicca per prestazioni.

In primo piano

JCB, non solo telescopici: ecco le gamme AGRI

Insieme a Giuseppe Secchi, specialista di prodotto marketing di JCB, abbiamo fatto il punto sulle gamme Agri del brand inglese. Così versatili da essere foriere di non poche sorprese, anche grazie alla combinazione di allestimenti personalizzati e ingegnosità delle imprese locali

Articoli correlati

JCB, non solo telescopici: ecco le gamme AGRI

Insieme a Giuseppe Secchi, specialista di prodotto marketing di JCB, abbiamo fatto il punto sulle gamme Agri del brand inglese. Così versatili da essere foriere di non poche sorprese, anche grazie alla combinazione di allestimenti personalizzati e ingegnosità delle imprese locali