Fondata nel 1986 a Nantes, Sitia è una società di ingegneria che progetta e produce macchine speciali e innovative nei settori dell’automazione, della simulazione, dell’informatica meccanica e industriale. Dotata di un proprio dipartimento di innovazione robotica, Sitia ha messo a punto il robot agricolo Trektor in grado di lavorare autonomamente non solo su vigneti a filari stretti e larghi, ma anche in orticoltura e in arboricoltura grazie alla possibilità di variare sia il suo interasse, sia la sua altezza da terra operando a cavallo della coltura oppure interfila.

Mosso da un motore ibrido diesel-elettrico che consente di ridurre il consumo di diesel fino al 60% rispetto a un trattore convenzionale di pari potenza, Trektor può essere configurato per svolgere in autonomia molte attività ripetitive, dalla coltivazione del suolo all’irrorazione, utilizzando i normali attrezzi esistenti in azienda che può trasportare grazie a un attacco a tre punti standard di cat.2 e a dei punti di attacco idraulici dietro e tra le ruote. Un completo sistema di sensori permette al trektor di operare in sicurezza guidato da un sistema GPS RTK.

In primo piano

Nobili, ventata di novità a Enovitis 2024

Diserbatrici, trince pacciamatrici e irroratrici: Nobili cala il tris di novità in occasione di Enovitis, la fiera itinerante dedicata ai macchinari per il vigneto. Focus su OTF PLUS della gamma VENTIS

Articoli correlati