UFI Filters, leader della filtrazione e della produzione di scambiatori di calore per veicoli a combustione, ibridi ed elettrici, ha siglato un nuovo accordo con il Comitato Amministrativo del Parco Industriale high-tech di JiaXing XiuZhou, nella provincia di Zhejiang in Cina, per la costruzione di un nuovo stabilimento. L’investimento, del valore di circa 25 milioni di euro, è volto allo sviluppo di un progetto congiunto tra il Gruppo UFI Filters e il Comitato Amministrativo del Parco Industriale high-tech di JiaXing XiuZhou per un nuovo stabilimento che produrrà sistemi di filtrazione avanzati e scambiatori di calore per tecnologia green, sviluppati appositamente per il settore dei veicoli alimentati con le nuove energie.

UFI Filters, un’azienda in continua espansione

L’area di riferimento è nella regione del Delta dello Yangtze, dedicata allo sviluppo industriale di tecnologie avanzate in convergenza con il comune di Shanghai, dove UFI Filters ha già altri 4 siti industriali che impiegano oltre 1.600 dipendenti. Questo nuovo sito produttivo coprirà un’area di oltre 36.000 m2 dedicati alle linee produttive e al magazzino, ma sarà possibile effettuare un ampliamento di ulteriori 30.000 m2 su un terreno adiacente ad oggi riservato.

Lo stabilimento sarà il settimo del Gruppo in territorio cinese e il ventesimo a livello globale e darà un notevole contributo ai futuri risultati di UFI Filters. Garantirà infatti un fatturato di oltre un miliardo di RMB, creando più di 600 posti di lavoro.

Rinaldo Facchini

I commenti

Rinaldo Facchini, CEO del Gruppo UFI Filters, commenta: “Siamo molto grati al Governo del Distretto di Zhejiang JiaXing XiuZhou per il supporto e lo sforzo proattivo; ci ha aiutati a raggiungere l’obiettivo di costruire il primo impianto di Tecnologie Green in Cina. Investire in Tecnologie Green è l’esemplificazione dei nostri valori e l’innovazione è sempre stata parte del nostro DNA. Siglare oggi l’accordo per l’apertura del nostro 20° sito industriale nel mondo ha per noi un significato molto importante. Consolidiamo la nostra presenza in Cina, dove siamo presenti dal 1983 (stabilimento di Bengbu), festeggiamo il 50° anniversario della fondazione del nostro Gruppo e il 25° anniversario della fondazione della nostra prima società straniera interamente controllata in Cina (1996 Sofima Automotive Filters Shanghai Co Ltd). L’investimento di 25 milioni di euro per questo nuovo impianto sarà seguito da ulteriori investimenti per lo sviluppo di Tecnologie Green a Zhejiang JiaXing, in Cina”.

Simone Trazzi, APAC COO del Gruppo UFI Filters, commenta: “Il 7° sito industriale nella Cina continentale supporterà lo sviluppo dei prodotti per i veicoli alimentati con le nuove energie che rappresentano il futuro del trasporto passeggeri e merci, nel mercato automotive più importante e dinamico del mondo. Il nostro stabilimento sarà dedicato alla produzione di sistemi di filtrazione avanzati e scambiatori di calore per veicoli alimentati con le nuove energie a partire dal 2023. Avremo inoltre, a supporto, un nuovo centro di ricerca e sviluppo all’avanguardia. Siamo molto entusiasti di collaborare con il Governo del Distretto di Zhejiang JiaXing XiuZhou per la costruzione del nuovo sito industriale nel Parco nazionale high-tech di XiuZhou, che sarà, ne sono certo, l’impianto tecnologicamente più avanzato del Gruppo UFI Filters.”

In primo piano

Articoli correlati

BKT scende in campo con gli pneumatici dedicati alle gru mobili

BKT, colosso indiano degli pneumatici off-highway, ha fatto il punto sulla sua offerta dedicata al settore delle gru mobili, macchinari che svolgono diversi compiti nell’ambito industriale, delle costruzioni e delle infrastrutture. Possono solitamente viaggiare ad alte velocità e raggiungere 80 km/h...