La notizia arriva direttamente dalla cittadina di Almere, nei Paese Bassi, dove lo storico produttore giapponese di sistemi propulsivi e macchinari agricoli ha la sua sede europea: Yanmar ha annunciato che non parteciperà all’edizione 2021 di Agritechnica (che si svolgerà dal 14 al 20 novembre 2021), uno dei più importanti eventi espositivi dedicati alla meccanizzazione agricola, che si svolge ogni due anni presso la Fiera di Hannover. Il forfait del produttore giapponese è, purtroppo, solo l’ultimo di una lunga serie di rinunce che hanno interessato alcuni dei più grandi attori del settore e di eventi fieristici negli scorsi mesi e durante tutto il 2020.

Yanmar, no ad Agritechnica 2021: alla base della scelta la situazione pandemica

“Nonostante le imponenti misure che in tutto il mondo sono state messe in atto per il contenimento della diffusione del COVID-19 e delle nuove mutazioni del virus – legge nella nota rilasciata da Yanmar -, e nonostante l’avvio graduale del programma di vaccinazione, purtroppo la pandemia non è ancora sotto controllo. L’incertezza sulle attività che possono essere intraprese in modo sicuro e responsabile è ancora troppo alta per tutti nel corso del 2021. E, ovviamente, tutto ciò vale anche per le fiere internazionali”.

“Dato che i preparativi per i grandi eventi come questo iniziano mesi prima del loro effettivo svolgimento, siamo giunti alla conclusione di prendere la sofferta decisione di non partecipare quest’anno già ora”, ha commentato Carlo Giudici, direttore commerciale di YANMAR Europe. “Questa decisione è stata presa dopo un’intensa e ponderata discussione sui nostri piani e attività per quest’anno e per il medio termine. Ci dispiace molto che, dopo una lunga tradizione, quest’anno non parteciperemo ad AGRITECHNICA. Tuttavia, continueremo a valorizzare e a sostenere queste importanti manifestazioni, che sono state molto gratificanti per noi negli scorsi decenni. Speriamo di parteciparvi di nuovo in futuro.”

In primo piano

JCB, non solo telescopici: ecco le gamme AGRI

Insieme a Giuseppe Secchi, specialista di prodotto marketing di JCB, abbiamo fatto il punto sulle gamme Agri del brand inglese. Così versatili da essere foriere di non poche sorprese, anche grazie alla combinazione di allestimenti personalizzati e ingegnosità delle imprese locali

Articoli correlati