Trelleborg Wheel Systems, tra i più grandi produttori al mondo di pneumatici automotive e off-highway per il mondo agricolo (parte del colosso globale Trelleborg, specializzato nella chimica dei polimeri) ha annunciato un aumento di prezzo delle gomme che andrà ad impattare sui suoi listini a livello globale. Stando a quanto rilasciato dal produttore si tratterà di un aumento che in alcuni casi potrà arrivare a sfiorare il +8% rispetto al prezzo di listino originario. In pratica è un ulteriore aggravio sulle tasche dei clienti dopo il primo aumento del 5% dei prezzi – sempre a livello globale e quindi non macroregionale – registrato all’inizio dell’anno, a gennaio 2021.

L’aumento dei prezzi, si legge nella nota, è il risultato dell’attuale situazione di mercato, caratterizzata da significativi e continui aumenti lungo l’intera filiera delle materie prime e, di conseguenza, di tutto il ciclo produttivo. Difficoltà produttive a cui si sono affiancate anche quelle della logistica mondiale, in grande affanno a causa della crisi pandemica prima e del rallentamento dei trasporti marittimi poi, dettato sia dal rincaro dei noli che dal blocco del Canale di Suez causato dalla portacontainer Ever Given.

Un aumento, quello annunciato da Trelleborg, che come si diceva verrà implementato con effetto immediato sui prodotti di tutti i marchi e dei vari segmenti della divisione dedicata agli pneumatici. Note ancora più amare per i cerchioni, sia dei veicoli leggeri che dei mezzi agricoli: in questo caso si parla di un aumento addirittura fino al 20%.

In primo piano

JCB, non solo telescopici: ecco le gamme AGRI

Insieme a Giuseppe Secchi, specialista di prodotto marketing di JCB, abbiamo fatto il punto sulle gamme Agri del brand inglese. Così versatili da essere foriere di non poche sorprese, anche grazie alla combinazione di allestimenti personalizzati e ingegnosità delle imprese locali

Articoli correlati