Dipperfox è un costruttore estone specializzato nella costruzione di attrezzature per la rimozione dei ceppi. Un’attività sviluppata in un mercato dove questa esigenza è particolarmente pressante. Attività che coinvolge aziende operanti in settori anche molto differenti fra loro. Una verticalizzazione di prodotto che, ai nostri occhi, potrebbe quindi risultare strana. In realtà ha permesso al costruttore nord europeo di mettere a punto un modello di fresaceppi particolarmente efficiente. Si tratta del modello 850 Pro in grado di operare con escavatori da 14 a 30 tonnellate. Con un peso operativo di 575 kg è un’attrezzatura agile e maneggevole dai contenuti interessanti. La compattezza permette infatti di operare sia in contesti forestali molto duri, sia nella gestione del verde urbano.

La struttura del Dipperfox 850 Pro

La struttura di questo fresaceppi è stata pensata per agevolare la produttività e facilitare il lavoro in ogni condizione. I dati tecnici fondamentali richiedono una potenza minima di 74 kW (100 cv), una portata idraulica da 110 a 220 l/min per una pressione di lavoro fra 180 e 350 bar. Dipperfox ha sviluppato alcuni brevetti che coinvolgono aspetti differenti fra loro. Quel che colpisce nel 850 Pro è sicuramente la forma compatta pensata per resistere alle sollecitazioni torcenti e flettenti. Le lame taglianti sono costruite in modo da poter essere sostituite velocemente in qualsiasi momento. Gli elementi taglianti sono montati su una struttura aperta che agevola lo scarico di materiale quando si fresa. Questo elemento può, fra le altre cose, essere personalizzato in base a specifiche esigenze operative.

Il fresaceppi Dipperfox è adatto per escavatori da 14 a 30 tonnellate

Geometria e coppia di rotazione

Alla base di un’attrezzatura di questo tipo vi sono componenti idraulici di alto livello. La coppia di rotazione necessaria per lavorare in modo efficace è fondamentale. La geometria di lavoro del Dipperfox 850 Pro è l’altro fattore fondamentale. Le lame inclinate con l’elemento centrale di perforazione permettono un’efficienza molto alta. Al massimo delle prestazioni possibili il costruttore dichiara una produttività teorica di 180 ceppi in un’ora di lavoro. Ovviamente la produttività dipende dalla dimensione dei ceppi, dal loro posizionamento e dalla durezza dell’essenza. Con un diametro di lavoro di 84 cm per una profondità di 111 cm, il modello 850 Pro consente di affrontare la grande maggioranza delle situazioni operative.

Il diametro di lavoro del fresaceppi Dipperfox è di 84 centimetri

In primo piano

Articoli correlati

Agronic, pressare alla finlandese

Agronic è un costruttore finlandese specializzato in tecnologia per la raccolta, l’alimentazione e l’interramento dei liquami. L’origine nord europea ha portato allo sviluppo di tecnologie innovative. Tecnologie dove la raccolta e conservazione va al di là del foraggio. Ed è per qu...

Femac, dall’Umbria verso il mondo.

Femac si è costruita una solida reputazione nel campo delle trinciatrici e delle attrezzature agricole. Nella sede di Trestina, vicino a Città di Castello, nasce infatti una gamma completa prevalentemente idraulica. Gamma che vede soprattutto l’impiego di escavatori e track-loader utilizzati i...