Durante le celebrazioni per i 75 anni dello storico marchio Minsk Tractor Works, conosciutissimo anche in Italia per i suoi mezzi agricoli Belarus estremamente funzionali (più attenti alla meccanica dura e pura che alle ultime innovazioni tecnologiche), è stata sganciata la “bomba”, per certi aspetti in antitesi rispetto a quanto il marchio ci ha ormai abituati nel corso degli anni.

Sì, perché in base a quanto rivelato durante i festeggiamenti dell’Arena Chizhovka e in alcuni video dedicati, è in arrivo un nuovo trattore autonomo, costruito direttamente dal produttore. Si chiamerà Belarus А3523і e vanterà caratteristiche tecniche non dissimili da alcuni dei modelli più performanti del brand. Con una “piccola” differenza (ravvisabile anche nelle prime immagini trapelate della versione camuffata): non ci sarà nessuna cabina perché il trattore si muoverà da sé, senza che sia necessario l’apporto di un guidatore.

Belarus

Belarus А3523і, non solo autonomo ma anche ibrido

D’altronde, nome omen, il nuovo mezzo autonomo ricalca i più blasonati ma meno tecnologici Belarus 3522-3525, i fratelli maggiori del trattore che anche noi avevamo avuto modo di provare qualche mese fa. Ad alimentarlo un motore diesel Cummins da 350 cv (ovvero quello montato sul fratello Belarus 3523) e una trasmissione elettromeccanica a variazione continua, rifornita di energia da un generatore elettrico, che permetterà anche di utilizzare l’energia sviluppata per alimentare anche gli attrezzi agganciati al mezzo.

Dunque un doppio sistema, che rende il Belarus А3523і, di fatto, un mezzo ibrido e che permetterà rispetto a trattori simili ma con trasmissioni meccanica, stando ai dati forniti dal produttore, di ottenere risparmi sul consumo di carburanti del 7% durante le operazioni agricole sul campo, e quasi il 12% durante i trasporti. Riduzione dei consumi che si traduce in un corposo abbattimento delle emissioni inquinanti, di oltre il 10%.

Belarus

Come sarà il design del veicolo?

Minsk Tractor Works non ha solo presentato una versione “statica” del mezzo in occasione dei festeggiamenti per il 75esimo anniversario, ma ha anche messo all’opera il macchinario con una falciatrice tripla all’interno di un apposito spazio recintato fuori dallo stadio. Il nuovo Belarus autonomo è stato tuttavia ripreso anche in campo, equipaggiato con un aratro reversibile ad otto vomeri.

Anche qui però, come si evince dalle immagini a corredo dell’articolo, la carrozzeria era camuffata. Non resta che attendere per capire quali saranno le scelte di design della Casa bielorussa e se saranno in linea con quelle degli altri mezzi storici del marchio. O se, anche qui, ci sarà una piccola rivoluzione copernicana.

In primo piano

JCB, non solo telescopici: ecco le gamme AGRI

Insieme a Giuseppe Secchi, specialista di prodotto marketing di JCB, abbiamo fatto il punto sulle gamme Agri del brand inglese. Così versatili da essere foriere di non poche sorprese, anche grazie alla combinazione di allestimenti personalizzati e ingegnosità delle imprese locali

Articoli correlati