Fendt 620 Vario. Ancora una volta Fendt anticipa i tempi e stupisce tutti osando nella classe di potenza tra 150 e 200 cavalli con la nuova serie di trattori 600 Vario mossi da un propulsore a 4 cilindri. Il modello 620 Vario, che di cavalli ne ha addirittura 224, diventa così il trattore a 4 cilindri più potente sul mercato unendo forza e agilità per proporsi ancora una volta come la soluzione più funzionale e all’avanguardia a cui poter aspirare. Quanti lavori può svolgere in azienda un trattore da 200 e passa cavalli? Praticamente tutti, specialmente se è compatto e facilmente manovrabile, con un un carico utile elevato e un favorevole rapporto peso/potenza.

Questo è il nuovo Fendt 620 Vario, un trattore eclettico e versatile che alle caratteristiche meccaniche unisce il non plus ultra delle tecnologie elettroniche intelligenti per essere non soltanto produttivo ma anche sostenibile. Il nuovo motore Agco Power Core 50 ha i consumi più bassi della categoria, il sistema di di controllo della pressione degli pneumatici permette di lavorare sempre nelle condizioni ottimali in campo e in trasporto e il sistema operativo FendtONE permette il perfetto controllo della macchina per effettuare con maggiore efficienza e precisione tutte le operazioni.

Fendt 620 Vario Profi Plus, la meccanica

Il Fendt 620 Vario che i giudici del Tractor of the Year hanno potuto provare in anteprima in Germania è la versione più sofisticata e accessoriata disponibile a listino. Si tratta dell’allestimento Profi+ Setting 2, cioè con pacchetti di predisposizione per la guida automatica, di documentazione e trasferimento dati, telemetria e controllo attrezzi ISObus. Tra i vari optional, l’impianto idraulico maggiorato con pompa da 205 l/min, il sollevatore e la presa di forza anteriori, 5 distributori idraulici posteriori e due anteriori con tutti con accoppiatori idraulici a tenuta piatta (FFC) per eliminare le perdite e sistema di controllo della pressione degli pneumatici VarioGrip integrato.

Insomma tutto quello che è possibile immaginare per sfruttare al meglio le potenzialità di un trattore che, con un peso a vuoto inferiore a 8 tonnellate e un carico utile massimo di 13.500 chili può essere opportunamente zavorrato per adattarsi agli impieghi più disparati, dal campo alla strada lavorando sempre in condizioni ottimali. Le misure compatte e il semitelaio a clessidra sul quale poggia il motore garantiscono poi un’eccellente manovrabilità, anche con pneumatici di grandi dimensioni e ampia superficie di appoggio.

Il motore 4 cilindri da 5 litri di cilindrata del Fendt 620 Vario fa parte della nuova famiglia di propulsori CORE di Agco Power che abbinato alla trasmissione VarioDrive forma una catena cinematica di straordinaria efficienza. Il motore lavora a regimi ridotti, con una coppia massima di 950 Newtonmetri già a 1.300 giri e una potenza di 209 cavalli disponibile a partire da 1.700 giri. Oltre al motore, tutti i componenti, gli ingranaggi, l’impianto idraulico e il sistema di raffreddamento, sono stati progettati secondo il principio di bassa velocità Fendt iD al fine di garantire garantire elevata forza di trazione e di accelerazione con un consumo specifico di carburante minimo e ridurre le usure.

Il Dynamic Performance offre poi una potenza aggiuntiva di 15 cavalli se necessari indipendentemente dalla velocità di guida, cioè anche a trattore fermo e con presa di forza disattivata, portando di fatto la potenza effettivamente disponibile in ogni situazione a 224 cavalli. La trasmissione VarioDrive di nuova generazione (ha debuttato sulle ultime serie di trattori Fendt di potenza superiore) è costituita da un cambio continuo monogamma con controllo indipendente dell’asse anteriore e posteriore. In pratica la trasmissione misura continuamente lo slittamento su tutte e quattro le ruote e regola l’alimentazione in modo sensibile ottimizzando la potenza di trazione per migliorare l’aderenza. dipendentemente dal terreno.

In questo modo si scarica a terra la massima forza di trazione preservando il terreno e minimizzando le perdite di potenza e l’usura degli pneumatici. Grazie al controllo indipendente dall’asse il cosiddetto effetto pull-in-turn trascina poi la macchina in curva riducendo il raggio di sterzo. All’interno della gamma di lavoro principale il regime motore è sempre compreso tra 1.350 e 1.800 giri/min e la velocità massima di 50 km/h si tocca a soli 1.250 giri/min. L’impianto idraulico che di serie prevede una pompa Load Sensing a portata variabile da 152 litri/min è maggiorato in questo caso con una pompa da 205 litri. Il circuito alimenta 5 distributori elettroidraulici posteriori e 2 anteriori. Come sempre sui trattori Fendt i circuiti per olio del cambio e idraulico sono separati, quindi senza nessun rischio di contaminazione tra loro.

Con 101×126 millimetri di alesaggio e corsa, gli stessi valori del fratello maggiore a 6 cilindri che ha debuttato sui Fendt 700 gen 7, il motore Agco Power CORE50 ha una cilindrata di 5 litri e con 224 cavalli di potenza massima è il più potente 4 cilindri attualmente disponibile su un trattore agricolo. Costruito con un concetto modulare, ha le stesse caratteristiche del 6 cilindri, con catalizzatore di ossidazione diesel DOC, filtro antiparticolato diesel DPF e riduzione catalitica selettiva SCR senza dover ricorrere al ricircolo dei gas di scarico EGR.

La cabina. Sospensioni pneumatiche e sedile super confortevole

Pensato anche per impieghi col caricatore frontale (sono disponibili di fabbrica i modelli Cargo 4.85, 5.85 e 5.90 per diverse altezze e capacità di sollevamento) il Fendt 620 Vario ha la cabina Visioplus con parabrezza esteso e ricurvo per offrire un angolo di visuale di 77 gradi verso l’alto. Appena seduti si sente la differenza. La nuova poltroncina realizzata appositamente da Isri (azienda tedesca specializzata nello sviluppo e nella produzione di sistemi di sedili innovativi per veicoli commerciali) ricoperta in pelle e con regolazione flessibile dello schienale superiore per sostenere il corpo anche quando rivolto all’indietro offre un comfort difficilmente eguagliabile.

Il sedile si regola in modo completamente automatico in base al peso del conducente ed è dotato di sospensione a bassa frequenza, supporto lombare pneumatico e climatizzazione attiva. Come se non bastasse, la configurazione standard della cabina prevede un sistema di autolivellamento integrale con ammortizzatori pneumatici posteriori. La superficie vetrata totale è di 6,2 metri quadri, e due telecamere opzionali per la parte anteriore e posteriore facilitano le manovre e consentono una visibilità diretta sull’attrezzo, aumentando la sicurezza e il comfort di lavoro. Come in un ufficio La gestione del trattore avviene tramite il sistema operativo FendtOne che tra comandi ‘onboard’ e ‘offboard’ combina soluzioni di smart farming e di gestione dell’azienda agricola per l’uso in campo e in ufficio.

La piattaforma di comando ‘onboard’ comprende di serie il joystick multifunzione, la dashboard digitale da 10” al volante (che funge da cruscotto digitale) e il terminale da 12” sul bracciolo. L’allestimento Profi+ Setting 2 si arricchisce poi del joystick 3L e di due coppie di bilancieri per comandare le valvole idrauliche. Il terzo monitor da 12” a scomparsa nel tettuccio è optional. Il joystick multifunzione sul bracciolo, che comanda la trasmissione, è dotato di 18 tasti retroilluminati, 13 dei quali possono essere assegnati liberamente, identificabili con codici colore. Degno di una limousine anche il pacchetto infotainment con 8 microfoni integrati nel tetto per avere una qualità ottimale di ricezione e invio del vivavoce con eliminazione dei rumori di fondo e una radio dotata di 4 altoparlanti premium con subwoofer

In primo piano

Articoli correlati